top of page
Cerca
  • Immagine del redattoreGiovanni Gardelli

Trends & riflessioni sulle startup da YC Demo day S19

Aggiornamento: 14 dic 2022

Da ormai oltre un decennio, due volte all’anno un gruppo sempre più numeroso di startups presentano il loro business/prodotto al YCombinator Demo Day di fronte ad altrettanti angeli e VCs interessati ad investire.


Quest’anno per la quarta volta abbiamo partecipato di persona alle presentazioni di quasi 200 startups, ed osservato alcuni trends interessanti nei settori di nostro focus (B2B Saas, e-commerce & direct to consumer, Ad Tech):


1) Excel si riconferma il software di produttività più d’impatto degli ultimi decenni.

Non esiste società al mondo che, indipendentemente dalla sua maturità o dimensione, non utilizzi Excel per operare parti cruciali del proprio business. Tra accounting, finanza, business intelligence, operations, HR, etc.. Excel rimane uno dei software più utilizzati quotidianamente.

In ogni batch ci sono svariate startups che si ispirano ad uno degli svariati use-cases di excel per sviluppare il loro prodotto, con due modalità distinte e diametralmente opposte:

- “Do more with Excel”:

Startups che sviluppano software per uno use-case specifico, per far si che utenti di excel possano essere ancora più produttivi. In questo batch ActionDesk rappresenta questa categoria, promettendo ai propri utenti (ed investitori) di poter automatizzare la gestione di svariati datasets direttamente da excel, senza bisogno di ingegneri per sviluppare connessioni tra diversi datasets e tools per analisi dati.

- “Do less on Excel”:

Startups che sviluppano software per uno use-case molto specifico, così da rendere excel superfluo. Dex, per esempio, vuole rimpiazzare excel per tutte le persone che ancora oggi utilizzano spreadsheets come CRM personale. Intersect Labs, invece, vuole facilitare l’utilizzo di dati in Excel per creare modelli statistici in soli tre clicks


2) Le grandi società della Silicon Valley si riconfermano ancora una volta essere un ottimo incubatore di idee e di startup SaaS B2B.

In ogni batch ci sono svariati teams che hanno lavorato su alcuni di problemi importanti ma non critici per grandi società (Uber, Google, AirBnB), e che vedendone il valore, hanno deciso di mettersi in proprio e risolverli come Software-As-A-Service per qualsiasi altra società che si trovi ad affrontarli ma senza avere le risorse per poterli risolvere autonomamente.


In questo batch, per esempio, Lang Api vuole aiutare App Developers di tutto il mondo a tradurre il loro software in qualsiasi lingua. Il team ha lavorato su questo problema a Facebook ed Instagram prima di mettersi in proprio. Il team di Goldfig Labs invece e’ formato da ex-dipendenti di Firebase (acquisita da Google), e vuole risolvere creare version controls per settings di software utilizzato da qualsiasi startup, per tenere traccia di qualsiasi cambiamento e di chi ne e’ stato responsabile.

Anche Score the Business e Data Mechanics fanno parte di questa categoria.


3) Software per collaborazione e produttività rimane un’area di focus sia per startups che per investitori.

Visto il trend recente di IPO & M&A in questa categoria (basti pensare a Quip, acquisita da salesforce per 750 milioni nel 2016. O Slack & Zoom, entrambe quotatesi del 2019, ed entrambe con capitalizzazioni superiori a 10 miliardi di dollari). Quest’anno c’e stato molto focus su collaborazione per team remoti. Una delle startups con piu’ interessa da investitori istituzionali e’ Tandem (ex dipendenti Yahoo), che vuole diventare un “ufficio virtuale’ per team che lavorano da remoto. Anche TaskTrade si concentra su collaborazione per teams remoti

PopSql invece si focalizza su collaborazione per l’utilizzo di SQL


4) Il settore Ad Tech quest’anno non ha avuto nessun rappresentante.

Viste sia le regolamentazioni recenti (GDPR in Europa, CCPA in California), ed in parallelo il rinnovato interesse da parte di browsers come Safari o Mozilla nel proteggere la privacy dei propri utenti, l’intero settore sembra essere in attesa di più stabilità. Non e’ difficile prevedere una nuova ondata di startups in questo spazio nei prossimi anni, tutte volte a capitalizzare sui problemi ed opportunità derivate dai cambiamenti menzionati qui sopra.




32 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Cosa sono e come funzionano i diritti di Pro-Rata

I diritti di Pro-Rata sono uno strumento utilizzato da investitori in startup per aumentare la propria esposizione al capitale della società. Si tratta di un diritto che consente agli investitori di a

Comments


bottom of page
Privacy Policy